8 modi per aumentare la fiducia in sé stessi

fiducia in se stessi

Ormai non si contano più le guide che spiegano come aumentare l’autostima, la sicurezza e la fiducia nelle proprie capacità e potenzialità. Esistono una miriade di risorse, articoli, video, libri ecc. Questo a dimostrazione del fatto che tante persone sono alla ricerca di una guida esterna, di un aiuto, per superare le loro paure e credere maggiormente in sé stessi.

Siamo bombardati da immagini di persone di successo (sebbene questo concetto sia davvero relativo), da ideali che ci vengono proposti in ogni campo. Questo non fa altro che accrescere il senso di inadeguatezza e inferiorità di molta gente. Perciò ci si rifugia nella letture di libri e guide varie di auto-aiuto, oppure si paga per seguire dei corsi, anche costosi, per aumentare la propria autostima. Non che questo sia necessariamente un male, ma è vero che c’è tanta spazzatura in giro e capita non di rado che il risultato sia un miglioramento temporaneo – per un breve periodo ci si sente forti e sicuri – e poi a lungo andare ci si ritrova nelle stesse condizioni di prima.

È quindi sbagliato leggere guide sull’argomento o frequentare costosi corsi e in generale cercare di assimilare quanto più possibile sull’argomento? No, non è necessariamente un male. È bene prendere un po’ di informazioni, soprattutto leggere qualcosa di psicologia riguardo l’argomento. Ma poi, la cosa più importante è l’azione!

Il segreto sta nell’agire costantemente, a piccoli passi, per cercare di spingere la nostra zona di comfort un po’ più in là. Io stesso ho letto tanto sull’argomento, ho visto qualcuno dei cosiddetti life coach, ma poi sono state le azioni effettive quelle che mi hanno aiutato. Pian piano ti spingi un po’ più in là e vedi che situazioni che prima ti spaventavano o ti mettevano in soggezione ora sono normalità, rientrano nella tua zona di comfort.

Ma cosa fare di pratico? Come muoversi per aumentare la fiducia in se stessi e uscire dalla propria zona di comfort?
Ecco qualche piccolo consiglio.

 

1. Pensa a come vorresti essere e cosa vorresti ottenere.

Se vuoi cambiare qualcosa di te, avere più sicurezza, ottenere dei risultati, senza dubbio una delle prime cose da fare è riuscire a capire cosa davvero vuoi. Lo so, detto così sembra un’impresa titanica: sapere cosa fare della propria vita. Ma non spaventarti, è normale non avere le idee ben chiare su ciò che davvero vogliamo fare. E, francamente, per me è anche più interessante vivere senza avere tutto predeterminato. Eppure qualche obiettivo, di qualsiasi tipo, bisogna averlo. Non devi di certo essere sicuro al 100% della direzione che vuoi far prendere alla tua vita, basta avere un’idea della direzione verso cui camminare.

Ma come fare a capire cosa vogliamo? Prova questo: prenditi un po’ di tempo per immaginare come potrebbe essere la tua vita se avessi una bacchetta magica per ottenere tutto ciò che vuoi. Pensaci bene, è troppo facile immaginarsi distesi su una spiaggia caraibica o pieni di soldi, vai un po’ più a fondo. Rispondi per esempio a queste domande:

  • Cosa stai facendo in questa vita immaginaria?
  • Dove ti trovi e cosa possiedi?
  • Cosa pensi di te stesso?
  • Cosa pensano le altre persone di te?

Metti per iscritto le risposte a queste domande, descrivendo tutto in maniera dettagliata ed usando espressioni, aggettivi che richiamino emozioni.
Fatto questo, conserva questo breve testo e ricorda di rileggerlo regolarmente, anche ogni giorno, per ricordarti dove vuoi arrivare. Questo ti aiuterà ad avere uno scopo nella vita. Certamente è solo un passo iniziale di comprensione di se stessi, ma già importante. Una base su cui costruire, passo dopo passo.

 

2. Scrivi quali sono i tuoi obiettivi e lotta per realizzarli

Bene, hai immaginato la tua vita ideale, quello che vorresti ottenere. Adesso serve che ti concentri su obiettivi concreti da portare a termine per realizzare ciò che hai capito di volere. Esistono tecniche e guide per scrivere i tuoi obiettivi in un certo modo, ne trovi tante su internet. Ma, in generale, ricorda di non scrivere obiettivi basati su un risultato (ad esempio “supererò l’esame X”) ma piuttosto obiettivi che siano basati su determinate azioni da compiere su cui puoi avere controllo (per esempio “studierò bene e a fondo la materia X per superare l’esame”). In questo modo evidenzierai non solo il risultato da ottenere ma anche le azioni principali da compiere. Tutto (comunque gran parte) il controllo sul risultato ricadrà su di te e sulle tue azioni, senza essere soggetto alla fortuna e al caso. Saprai che dipende da te fare di tutto per arrivare all’obiettivo desiderato.

 

3.  Leggi i libri delle persone di successo che ti intressano

In giro ci sono tantissimi (forse troppi?) libri sulla crescita personale, alcuni buoni altri meno. Ma la cosa migliore è leggere libri – che siano biografie o guide e manuali – di persone di successo che davvero hanno ottenuto qualcosa in un determinato campo. Loro sono sicuramente persone più affidabili nel dare consigli ed informazioni sul successo.
Individua qual è il campo che ti interessa, trova persone di successo in quel campo e quindi cerca se hanno scritto qualcosa sulle loro esperienze. Questo non deve essere un confronto tra te e loro, ma una fonte di ispirazione ed uno sprone a fare meglio per raggiungere i tuoi obiettivi.

 

4.  Trova il giusto equilibrio tra apprendimento ed azione

Uno degli ostacoli principali per il raggiungimento dei propri obiettivi è quello di pensare troppo ed agire poco. È vero che imparare è importante, ma è facendo le cose che si costruisce la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità. Per ogni ora che spendi ad apprendere passivamente (leggendo, guardando video ecc.), dovresti dedicarne diverse alle azioni pratiche, apprendendo sul campo, per così dire.
C’è chi addirittura suggerisce la regola del 10/20/70: ovvero, integrare ogni ora spesa ad apprendere passivamente con due ore facendo da mentore, insegnando, e sette ore facendo cose pratiche, cioè agendo realmente.

Leggere libri va bene, ma poi è agendo che comincerai a vedere risultati e cambiamenti positivi, oltre ad apprendere dai possibili errori.

 

5.  Avvicina degli sconosciuti

Avvicinare degli sconosciuti, iniziare a parlare con loro, è una delle cose più difficili da fare per un gran numero di persone. Eppure, a mio parere, questo costituisce un ottimo modo per migliorare la sicurezza di sé. È una cosa che coloro i quali hanno avuto un qualche tipo di esperienza nelle vendite hanno appreso (così è stato anche per me). Perciò non aver paura di avvicinare una persona sconosciuta e scambiare quattro chiacchiere, che si tratti di qualcuno seduto alla fermata del bus, di una ragazza o ragazzo che ti piace o altro. Supera la tua paura e lanciati. Vedrai che non è poi così difficile. Non lasciarti spaventare dai rifiuti, nel caso in cui si tratti di una persona che ti piace. Imparerai a gestire anche questi con la pratica e l’esperienza diretta.
Avvicinare degli sconosciuti ti aiuterà anche ad affrontare con più sicurezza l’ignoto, quello che sta al di fuori della tua zona di comfort.

 

6.  Prova regolarmente qualcosa di nuovo

Probabilmente avrai già degli hobby o degli interessi che coltivi nel tempo libero. Se non li hai, magari perché pensi di non avere tempo, beh, è arrivato il momento di cominciare, la scusa del tempo spesso non vale, il tempo si trova, se si vuole.
Importante è poi un secondo passo, ovvero quello di ricercare costantemente nuovi hobby e nuove cose da provare. Può essere un argomento che ti incuriosisce e vuoi approfondire, uno sport nuovo, salire sulle montagne russe, fare un viaggio da qualche parte…qualsiasi cosa che per te sia nuova. Non farti intimorire dai dubbi e dalle paure, se c’è qualcosa che ti incuriosisce, provala!
Questo aiuterà molto la sicurezza in te stesso. Perché imparando nuove cose, facendo esperienze, acquisirai anche delle abilità in più e sempre meno situazioni ti sembreranno totalmente sconosciute perché avrai fatto qualcosa di simile prima. Inoltre, provando tante cose, magari scoprirai ciò che ti dà maggiori soddisfazioni e che ti piace di più fare.

 

7.  Circondati di persone di successo

Le persone positive e di successo (e non parlo solo di successo materiale, di soldi, bada bene) sono quelle che non si lasciano scoraggiare dalle difficoltà, che non vedono ostacoli insormontabili ovunque ma, sicuri delle proprie capacità, cercano il modo di superare gli ostacoli e realizzare ciò che desiderano.
Almeno finché non avrai costruito una solida fiducia in te stesso devi cercare di circondarti di persone di questo tipo, persone positive che ti mostreranno che tutto è possibile e inevitabilmente ti faranno capire che anche tu sei capace di qualsiasi cosa.

 

8.  Smettila di badare troppo all’opinione che gli altri hanno di te

Ricorda: l’unica persona con cui puoi paragorarti è te stesso. Non otterrai nulla facendo continui paragoni tra te e altre persone o vivendo secondo le aspettative che altri hanno di te. Sei tu a dover avere delle aspettative per te stesso e cercare di fare del tuo meglio per seguirle. La competizione e il confronto con altri vanno bene, possono essere una buona motivazione, ma i tuoi risultati e i tuoi progressi devono essere misurati solo confrontandoli con quelli del tuo passato: il nuovo te che si paragona al vecchio te.

Io posso farcela

Queste solo solo alcune delle tante cose che puoi fare per aumentare la tua sicurezza e la fiducia in te stesso. Ma sicuramente queste possono costituire un buon inizio. Ma non limitarti a leggere questo articolo e non fare nulla: inizia subito ad agire e fallo con continuità! Vedrai che noterai tu stesso dei miglioramenti e ti sentirai sempre più sicuro.


Ti potrebbe piacere anche...

5 Commenti

  1. renata scrive:

    Le cose che dici sono giuste ma non sempre realizzabili, meno che meno quella di adescare sconosciuti, poichè la persona insicura è anche spesso timida e chiusa

    • RicettivaMente scrive:

      Lo sforzo da fare sta proprio lì, nel fare quel piccolo passo e rivolgere la parola ad uno sconosciuto. In fondo sembra più tremendo di quanto in realtà non sia davvero.
      Senza fatica e senza sforzi è difficile ottenere qualcosa di diverso da quello che già si ha o si è.

  2. giulia scrive:

    Mi ha fat to piacere leggere I vostri consigli sembrano proprio utilissimi per far felice un infelice

  1. 10 marzo 2015

    […] è con un gruppo di amiche cammina verso di loro con lo sguardo fisso su lei, con fiducia. Ricorda: guarda dritto verso di lei, solo verso di lei. “Ehi ragazze, scusate, non volevo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *